LEITMOTIV

LEITMOTIV

Pensiamo che la cosa che influenzi maggiormente la moda sia la strada, o meglio la strada e la musica.

Leitmotiv nasce dalla complicità creativa di Juan Caro e Fabio Sasso. Juan, sudamericano, si trasferisce in Europa e si specializza in arte visuale, Fabio, studente al Dams di Bologna, realizza una ricerca sul rapporto tra arte e moda e intanto si forma come sarto. Insieme creano un’armonia di ricerca artistica e artigianato sartoriale.

Leitmotiv debutta nel 2007 con la prima collezione ispirata al trittico di Hieronymus Bosh “Il Giardino delle delizie” e nel 2008 vince il concorso “Fashion Incubator” indetto da Camera Nazionale della Moda. Nel luglio 2009 partecipa ad AltaRoma come finalista per la sezione femminile del concorso Who is on next? con una sfilata di presentazione della collezione donna P/E 2010 “Readymade”.

In quell’occasione riceve la menzione speciale da Yoox come “designer più cutting edge” con l’opportunità di vendere on-line sul sito. I premi e i riconoscimenti si susseguono negli anni, così come le collaborazioni, tra le quali ricordiamo Borsalino, Furla, Castañer, Alcantara e Max Mara che hanno contribuito a rendere Leitmotiv un brand affermato in Italia e all’estero, sinonimo di ricerca stilistica e made in Italy. Oggi il duo Leitmotiv si divide tra Bologna e Milano, Italia e resto del mondo, perseverando l’obiettivo di creare collezioni di abbigliamento e accessori uniche nel loro genere fondendo la stampa ad uno stile inconfondibile.

1. List the 10 uncommon and embarassing moments of your life.

L’elenco potrebbe essere lungo, i primi che ci vengono in mente….
l’essere cacciati fuori da un locale perché troppo mascherati, aver allagato un bagno durante una festa, aver fatto i complimenti ad una donna pensando fosse incinta quando non lo era

2. What do you think about influencing the fashion and trend system?

Pensiamo che la cosa che influenzi maggiormente la moda sia la strada, o meglio la strada e la musica.
Per noi queste rappresentano fonti di ispirazione in grado di plasmare i gusti, dettare tendenze e creare nuovi mood.

3. What’s your opinion about common people?

Ognuno è libero di fare le proprie scelte , di essere ed esprimere la propria personalità come meglio crede.

4. Do you believe in a democratic sense of ART (such as MUSIC, DESIGN, LITERATURE, FASHION, Etc,)?

Crediamo che, nelle diverse discipline artistiche e creative quali arte, moda, musica, sia necessario essere molto determinati, avere idee chiare e crederci fino in fondo. Più che di democrazia noi parliamo di progetti i quali, se hanno elementi interessanti e validi, prima o poi emergono.

5. What do you expect from COMMONUNCOMMON Magazine in the future?

Riteniamo che sia estremamente interessante un canale come commonuncommon perchè si pone come uno spazio eclettico dove poter guardare e confrontarsi con diversi settori, per esempio fotografia, moda, lifestyle. Ci aspettiamo che voci del genere crescano in Italia dando spazio e visibilità alla creatività.

Drop a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *